Illuminazione LED

Come funziona il LED

Il termine “LED” è un acronimo che sta per “Light Emitting Diodes”, ovvero “diodo che emette luce”. Detta tecnologia è universalmente riconosciuta e rispetto all’illuminazione tradizionale, permette di raggiungere efficienze maggiori e allo stesso tempo un risparmio di energia considerevole; si tratta di una tecnologia che ha rivoluzionato il mondo dell’illuminazione, in quanto garantisce:

  1. risparmio di energia fino al 70%;
  2. migliore illuminazione;
  3. pochissimo bisogno di manutenzione;
  4. nessun apparto di calore;
  5. nessun raggio UV ed infrarossi;
  6. durata nel tempo, da 5 a 10 volte rispetto ai sistemi tradizionali.

I LED emettono una luce fredda, non intesa come tonalità di colore (che può essere sia “calda” sia “fredda”) ma del calore emesso che tuttavia si forma sul retro del diodo. Poiché i LED si danneggiano in caso di surriscaldamento, è necessario l’allontanamento del calore.

Altra caratteristica positiva del LED è la rapidità di accensione e l’assenza di sostanze pericolose, quale il mercurio, che ne consente lo smaltimento indifferenziato.

Un altro punto a favore del LED è costituito dalle ridottissime dimensioni dei singoli LED; è quindi possibile l’adattamento per qualsiasi esigenza progettuale.

I vantaggi del LED

La tecnologia LED assicura un notevole risparmio economico rispetto alle tipologie di illuminazione tradizionale.

A parità di lumen infatti, il consumo del LED risulta inferiore di circa l’80% rispetto a quello di un corpo illuminante tradizionale; ciò si traduce in un notevole abbattimento dei costi in bolletta dovuti all’illuminazione, giustificando il consistente esborso iniziale da dover effettuare per la sostituzione delle vecchie lampade e l’installazione del LED.

Detrazioni fiscali per impianti di illuminazione LED

Le detrazioni fiscali in seguito all’installazione di un sistema di illuminazione a LED non hanno  a che vedere con il risparmio energetico che garantisce suddetta tecnologia. È quindi fondamentale capire la differenza tra agevolazioni fiscali per il risparmio energetico ed il bonus elettrodomestici, bonus mobili. I benefici appena citati sono rivolti a persone fisiche residenti in condomini o abitazioni indipendenti. Lo sgravio fiscale è così suddiviso:

  1. 65% nel caso di agevolazione fiscale per il risparmio energetico che è dovuta per i seguenti interventi:
    1. Riduzione del fabbisogno energetico per il riscaldamento;
    2. Installazione di pannelli solari;
    3. Sostituzione di impianti di climatizzazione invernale;
    4. Sostituzione di coibenti, pavimentazioni, infissi e finestre.
  2. 50% nel caso di bonus elettrodomestici-mobili.

Gli apparecchi di illuminazione (LED), costituendo un necessario completamento dell’arredo dell’immobile oggetto di ristrutturazione, rientrano nella categoria mobili. Tali apparecchi godono pertanto della detrazione fiscale al 50% per un importo massimo di spesa pari a 10.000 €.

Tempistiche

L’agevolazione è estesa anche per gli acquisti che si effettuano nel 2018 a patto che l’intervento di ristrutturazione edilizia sia iniziato a partire dal 1° gennaio 2017

Detrazioni fiscali per impianti a LED nelle aziende

In tal caso l’incentivo erogato non si presenta più come una detrazione fiscale ma il beneficio viene erogato come Titolo di Efficienza Energetica – TEE (certificato bianco). L’erogazione del presente incentivo avviene allorché venga attestato un reale risparmio di energia elettrica.

Illuminazione LED
Rifasatore
Impianto solare termico
SSP: Scambio Sul Posto
ESCo: Energy Service Company
Aziende energivore: tutto quello che devi sapere