SSP: Scambio Sul Posto

Valorizza l'energia prodotta dal tuo impianto fotovoltaico

Il tuo impianto fotovoltaico produce energia elettrica in eccesso che non utilizzi immediatamente? Vorresti sfruttare al meglio l’energia prodotta dal tuo impianto per accrescere la convenienza del tuo investimento? L’accesso allo Scambio sul posto è la soluzione che fa al caso tuo.

Vuoi saperne di più sul servizio Scambio sul Posto?

Cosa è

È un meccanismo che valorizzata tutta l’energia immessa dall’utente nella rete elettrica. Non si tratta di una “vendita”, ma di una forma, appunto, di valorizzazione dell’energia immessa nella rete. Questo meccanismo utilizza la rete elettrica nazionale come una sorta di batteria per immagazzinare l’energia prodotta ma non contemporaneamente auto consumata.

Lo scambio sul posto è applicabile a impianti alimentati da fonti rinnovabili di potenza fino a:

  • 20 kW entrati in esercizio fino al 31/12/2007;
  • 200kW entrati in esercizio fino al 31/12/2014.

Per usufruire di questa modalità di valorizzazione dell’energia elettrica, il Soggetto Responsabile dell’impianto deve stipulare una convenzione con il GSE così da poter essere utente dello Scambio e ricevere una compensazione tra l’energia prodotta immessa in rete e l’energia prelevata e consumata in un momento diverso dall’effettiva produzione.

Vuoi valutare la convenienza ottenibile con un impianto fotovoltaico?

Prova il nostro simulatore gratuito!

Come accedere allo SSP

I produttori che intendono aderire  al servizio di SSP hanno due modalità per la presentazione della richiesta:

  • Il Modello Unico, iter semplificato per la realizzazione, la connessione e l’esercizio di nuovi impianti fotovoltaici per i quali sia richiesto contestualmente l’accesso allo Scambio sul Posto;
  • Modalità standard: i produttori che vogliono aderire allo Scambio sul Posto devono presentare, entro 60 giorni dalla data di entrata in esercizio dell’impianto, un’apposita richiesta attraverso il Portale e quindi stipulare un contratto con il GSE per la regolazione dello scambio.

Calcolo del contributo

Per il calcolo del contributo sono sufficienti due soli dati di lettura:

  1. kWh immessi nella rete elettrica;
  2. kWh prelevati dalla rete elettrica.

I primi sono riconosciuti dal GSE, i secondi sono quelli pagati in bolletta dall’utente al proprio fornitore.

Lo scambio sul posto in conclusione prevede i seguenti contributi:

  1. Contributo in conto scambio ‘Cs’;
  2. Eccedenze eventuali: se a fine anno il valore dell’energia immessa in rete è maggiore del valore dell’energia prelevata dalla rete, si hanno delle eccedenze.

Il gestore dei servizi energetici (GSE) utilizza la formula seguente per il calcolo del Contributo in conto scambio ‘Cs’:

Cs = min ( Oe ; Cei ) + CUsf x Es

Cs  Contributo in conto scambio
Oe  Onere dell’energia prelevata dalla rete  = PUN x kWh prelevati
Cei  Controvalore dell’energia immessa in rete  = Prezzo zonale orario energia x kWh immessi
Cusf  Corrispettivo unitario di scambio forfetario  = oneri sistema + costi di rete
Es  Quantità di energia scambiata  = min (kWh immessi; kWh prelevati)

Come sono calcolate eventuali eccedenze:

Se

  • kWh immessi in rete sono > kWh prelevata dalla rete si hanno le eccedenze.

L’eccedenza (calcolata a fine anno) è espressa in euro come differenza tra i due valori.

Tempistiche e pagamenti

Il GSE eroga il contributo in conto scambio su base semestrale (in acconto) e su base annuale (in conguaglio) come segue:

  • Il contributo in conto scambio di acconto del primo semestre viene pubblicato entro il giorno 15 del mese di maggio di ciascun anno per le convenzioni che risultano attive al 31 marzo dell’anno “n” di competenza. L’erogazione viene effettuata entro il 15° giorno lavorativo del mese di giugno dell’anno “n”;
  • Il contributo in conto scambio di acconto del secondo semestre viene pubblicato entro il giorno 15 del mese di ottobre di ciascun anno per le convenzioni che risultano attive al 30 settembre dell’anno “n” di competenza. L’erogazione viene effettuata entro il 15° giorno lavorativo del mese di novembre dell’anno “n”;
  • Il contributo in conto scambio di conguaglio viene pubblicato entro il giorno 15 del mese di Maggio dell’anno “n+1″, con riferimento dell’anno di competenza “n”. L’erogazione viene effettuata entro il 30 giugno dell’anno successivo a quello di competenza.

Tariffa a copertura dei costi sostenuti dal GSE

Altre Pillole legate all'efficienza energetica

Illuminazione LED
SSP: Scambio Sul Posto
Efficienza energetica e energie rinnovabili
Aziende energivore: tutto quello che devi sapere
Impianto Fotovoltaico
ESCo: Energy Service Company